Grattugia Ghiro

grattugia ghiro

Per chi cerca un prodotto Made In Italy, dalle prestazioni professionali eccellenti, la ricerca è finita, perché la grattugia Ghiro è quello può andare a soddisfare le sue necessità ed i suoi desideri.

Si tratta di prodotti dalla linea piuttosto massiccia, e che non sono proprio una bellezza alla vista, ma se avete bisogno di un prodotto professionale, capace di grattugiare grandi quantità di alimenti in un tempo piuttosto breve, di certo non ci si soffermerà troppo sul fattore estetico.

Questa grattugia è nata principalmente per lavorare con pane secco e formaggio, ma questo non vuol dire che non possa essere utilizzata anche con altri alimenti.

Ma andiamo a conoscere meglio questo elettrodomestico, analizzandone le caratteristiche tecniche ed i pro e i contro, per capire se un oggetto del genere faccia veramente al nostro caso o se sia invece meglio ripiegare su un più piccolo, anche se meno capiente, prodotto tradizionale.
>>>Valutazioni, recensioni, specifiche e prezzo su Amazon.it<<<

Grattugia Ghiro Per Pane E Formaggio

Ed eccola qua la grattugia Ghiro, l’elettrodomestico più desiderato da chi lavora con grandi quantità di pane e formaggio grattugiato. La caratteristica primaria di questo oggetto è la potenza del suo motore, che è qualcosa di veramente interessante.

Lavora infatti con valori di 220V e 110W che, uniti alla forma del suo rullo in acciaio inox, permettono di ottenere risultati degni di nota, sminuzzando grandi quantità di alimenti in un tempo davvero ridotto.

Quando si ha bisogno di pulirla il rullo può essere lavato sia a mano che in lavastoviglie, ed il fatto che sia totalmente realizzato in acciaio inox fa sì che non produca ruggine, neppure dopo un gran numero di lavaggi.

Se avete il dubbio circa la durabilità nel corso del tempo, delle performance di questa grattugia, state tranquilli. Non sono infatti mai state segnalate diminuzioni nelle prestazioni nel corso del tempo. La tramoggia è stata creata usando alluminio pressofuso.

Non è un oggetto che si possa definire leggerissimo, con i suoi due chili circa di stazza, ma considerandone la potenza del motore e il fatto che nella sua struttura sia stato usato parecchio metallo non ce ne deve far stupire.

Anche se è abbastanza ingombrante, ha dalla sua il fatto di essere un prodotto Made in Italy, che comporterà minori difficoltà nel cercare pezzi di ricambio, qualora se ne presenti la necessità.

Un aspetto piuttosto controverso della grattugia è la sua rumorosità. Questa grattugia è abituata a lavorare anche con alimenti duri, come il pane secco, e può capitare che quando il motore si trova ad agire sotto sforzo possa diventare fastidioso, ma durante l’uso nella norma, difficilmente vi tormenterà coi suoi rumori.

Questa grattugia è un oggetto affidabile, che non smette di lavorare finché non ha sminuzzato anche il più piccolo pezzetto di cibo, risparmiandoci così un bel po’ di fatica. Anche se fino ad adesso vi ho descritto soltanto i lati positivi belle di questa particolare grattugia, questo non vuol dire che ognuno di noi debba averne una a casa.

Si tratta di un prodotto ad uso professionale, che dovrebbe avere soltanto chi fa un uso intensivo di pane e formaggio grattugiati che in questo modo può andare ad abbattere i costi legati all’acquistarne di già grattugiati.

Questa grattugia, infatti non è un prodotto economico e può diventare una spesa inutile per chi ne andrebbe a fare un uso saltuario.

Vediamo brevemente come funziona: una volta inserito il prodotto da grattugiare nella parte anteriore, si preme questo sul rullo, tramite l’apposito mezzo e si accende poi il motore, tramite un bottone posizionato sul manico dell’elettrodomestico.

Il grattugiato finirà così in un cassettino trasparente che potrà poi essere estratto per essere svuotato. La grattugia si solleva per mezzo di un manico.

Condividi